Luca Ardigò

“Pronto signora Loretta? Sono Giuliana, la biologa del convegno… avrei bisogno di scambiare 4 chiacchiere con suo nipote, Luca… “

E’ una signora molto gentile la nonna di Luca, è a lei che bisogna rivolgersi se lo si cerca.

Luca infatti subito dopo i suoi studi in agraria, dalla città di Cremona si è trasferito dai nonni, sopra un cucuzzoletto di montagna, in un paesino di circa 40 abitanti.

“In realtà”, mi racconta quando sono andato a trovarlo, “è stata la mia passione di sempre a portarmi a ritornare alle mie origini, ai luoghi della mia infanzia dove passavo mesi interi in compagnia delle mucche, dei cavalli, degli animali da cortile”…

Luca ha 22 anni.

Dal gennaio 2014 è ritornato a Mareto, ha preso qualche mucca da carne e qualche vitello e ha iniziato a ristrutturare la stalla dei suoi nonni e a ridare vita al pollaio che suo bisnonno aveva costruito con i rami di nocciolo intrecciati, tessuti insieme con lo sterco di mucca.

Un tempo, si sa è così che si costruivano i ricoveri per gli animali. Ancora oggi la struttura è ben salda, resiste alle intemperie ed è …bella! Sì, esteticamente armoniosa come oggi i pollai non potranno più essere.

Sempre in compagnia dei suoi inseparabili cavalli che lo seguono dappertutto, Luca trascorre gran parte della sua giornata a prendersi cura dei suoi animali e, quando non lo si trova nella stalla è nell’officina di famiglia che bisogna cercarlo: costruisce barre in ferro, mangiatoie nuove, attrezzi vari da lavoro …

Una settimana fa trafficava sul motore del suo trattore affinché potesse riprendere a lavorare i campi e produrre l’alimento e la paglia per i suoi animali.

E si perché il mangime, poco e selezionato, Luca lo fornisce alle mucche solo per un breve periodo della gestazione quando la mucca ha bisogno di un alimento più energetico. Altrimenti è il “suo” fieno ed i prodotti della campagna che nutrono i “suoi” animali.

Ascoltando le sue parole ed osservando l’entusiasmo con cui mi racconta, sono felice di scoprire tanta passione per la montagna e per gli animali in un ragazzo così giovane che pure ha conosciuto la vita della città, il liceo, la compagnia dei suoi coetanei.

Alla fine non riesco a non chiedergli se gli mancano gli amici, i ragazzi della sua età con cui uscire, divertirsi, i negozi, il cinema…

“No, mi risponde lui, qui ho tutto quello che mi fa felice, non mi serve altro. E’ questo che ho sempre sognato da quando ero piccolo”.

E dimmi però Luca, cosa vorresti di più?

“10 mucche, magari della razza piemontese, la più bella. Vendere carne selezionata e di qualità, con vendita diretta ed anche in loco. Questo mi permetterebbe di vivere felice e dignitosamente nei posti che amo” .

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...