Il ritorno alle origini di un giovane avvocato.

Capriss è la sua azienda e ora produce formaggi di capra.

L’avvocato Filippo Di Nicolò è nato a Milano; lì è cresciuto, ha studiato, ha conseguito la laurea e sviluppa la propria attività di libero professionista.

Ogni anno, quando era bambino, trascorreva lunghi periodi nella campagna della sua famiglia ad Alseno dove per generazioni i nonni ed ancor prima i trisavoli si erano dedicati all’agricoltura ed all’allevamento. Certo che se corri libero nei campi, ti rotoli nel fieno, sniffi profumi di freschezza e mangi genuino nel calore della tua famiglia ……..prima o poi ci torni a casa!

Anche se la tua vita si è svolta soprattutto…altrove!

E’ da qualche anno che Filippo inizia ad accorgersi che “ il mondo sta cambiando” mi dice quando vado a trovarlo. “Sarei uno stupido se non me ne fossi accorto”, aggiunge.

“Ma in che senso?”, chiedo.

“ Beh… perché si sta rivalutando il rapporto con il mondo rurale, riconquistando una vita che non va più necessariamente di corsa. Stanno cambiando i valori della vita… Ed io non ho più voglia di correre ……”

E’ per questo che ha deciso, o forse sarebbe più corretto dire “ha sentito” qualche anno fa la spinta ad iniziare un percorso all’incontrario: riappropriarsi di uno stile di vita legato alla campagna, con i ritmi più vicini al suo sentire, forse, realizzare un sogno che portava dentro inconsapelvolmente, da tempo.

L’amore per la terra, la passione per la campagna certo si percepisce in Filippo quando ti parla della sua impresa ma forse è la sua attenzione all’aspetto umano che mi ha colpito particolarmente, che mi ha colto di sorpresa…

Filippo è una persona molto corretta, dai modi gentili, attenti. Di poche parole ma, che sa apprezzare lo spessore delle persone, la loro bellezza morale. Mi parla con affetto dei suoi collaboratori e sa essere riconoscente nei confronti di chi lo sta aiutando a realizzare il suo progetto. E’ bello, questo, penso!

La sua proprietà è gigantesca e tanti ancora sono i lavori per completare tutta l’area.

Ma la bella cascina è ristrutturata così come la stalla di circa 900 m2 che accoglie in ottimo stato circa 200 capre in lattazione. Sono solo due anni che è partita l’impresa e da un anno producono formaggi. Alcune, una novantina, seguono una lattazione lunga e, mi spiega “riusciamo ad avere sempre formaggi di capra con sempre il nostro latte in quanto abbiamo destagionalizzato un gruppo di capre in modo da avere sempre in mungitura un certo numero di animali; 200 capre in lattazione continua sono previste per il 2018”.

Sono utilizzati metodi moderni ed innovativi che permettono, gestendo in maniera oculata e mirata l’alimentazione ed il fotoperiodo, di ottenere latte di qualità senza interventi ormonali o di altro tipo di induzione esterna.

Filippo, con i suoi due soci amici, avvocati anche loro, ha voluto puntare sulla qualità delle capre fin dall’inizio, acquistando il pool direttamente in Francia lì dove la tradizione dei formaggi caprini ha una storia ed uno sviluppo più ampi che in Italia. Sta realizzando con l’aiuto di bravi casari, una ampia varietà di ottimi formaggi e mi aspetto, di questo passo, uno smacco alla Francia….come per i vini!!

La sua produzione è trasparente perché lui è persona trasparente e la qualità dei suoi prodotti è garantita.

Ogni sabato e domenica durante tutto l’anno, Filippo apre il suo spaccio agli avventori e, nel suo mercatino ad Alseno in “località Stazione”, vende personalmente i suoi formaggi ed altri prodotti di aziende scelte, soffermandosi a chiacchierare con gli ospiti.

“Progetti futuri ?” ,  chiedo a Filippo.

“Il primo progetto è la chiusura della filiera mettendo in coltura i campi di proprietà da cui partire per realizzare i nostri formaggi certificati biologici”.  L’altro obiettivo è, pian piano, completare  il recupero del “podere Cascinazzo”.

A breve, invece, realizzerà uno spazio aperto dove lasciare maggiore libertà alle capre in modo  da aumentare il loro benessere e dar loro un pò di meritato svago!

Filippo è con noi, CONTADINI RESISTENTI  in tante fiere e mercati 

DOMENICA 21 dalle 9 alle 13

sarà in piazza a Rivergaro per il primo mercato “VERSO IL MERCATO della TERRA” organizzato con SLOW FOOD PIACENZA ed il patrocinio del Comune di Rivergaro e la Fondazione Bertuzzi-LOSI di Piacenza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...