Le uova di Paola e Alberto.

Ho conosciuto Paola ed Alberto dell’az.agr. Finetti circa un anno fa all’antico mercato di Volpedo dove sono poi tornata altre volte per conoscerli meglio e proporre loro di partecipare al progetto del mercato in Bellezza, a Milano.

Che piacere aver ricevuto una risposta positiva ed aver iniziato questa proficua collaborazione!

Ascoltando Paola, mi sono trovata a pensare che “forse è vero che il destino esiste!” e che quando a volte esso si adopera per fondere la vita di due belle persone può regalare dei risultati sorprendenti!

Sorridente, razionale, essenziale lei;  sorridente, sognatore, gradevolmente divagante lui.

Ho seguito con molto piacere ed interesse il racconto della loro vita insieme, la casualità con la quale si sono conosciuti e la determinazione reciproca nel cercare una realizzazione lavorativa che li vedesse protagonisti delle proprie scelte di vita.

La narrazione di Paola seppur schietta e senza fronzoli, com’è lei stessa, non è riuscita a nascondere l’aspetto avventuroso e coraggioso che ha caratterizzato il loro percorso insieme.

Da un incontro all’università frequentata da entrambi in gioventù, che li vedeva interessati all’allevamento ed al benessere delle vacche, alla passione per la vela, alla specializzazione nelle tecniche di restauro.

Dal 1994 al 2000 la nostra coppia si appassiona al restauro conservativo di mobili antichi ma, mi spiega Paola “per quanto fosse un lavoro affascinante, anzi proprio perché era un lavoro affascinante, cercavamo un riscontro emotivo nei clienti che ritiravano il loro pezzo antico, restaurato e consegnato a nuova vita. L’indifferenza che, purtroppo, mostravano davanti ad un lavoro realizzato con passione, studio ed amore, ci feriva e non ci appagava”.

Questo forse uno dei motivi che ci hanno spinto a realizzare un totale cambio di vita, lasciare Milano e cercare una cascina con molto terreno intorno, in piena natura dove costruire l’azienda agricola e dedicarci all’allevamento dei suini e dei polli “al pascolo”, all’agricoltura sostenibile e biologica. La Val Curone, nell’alessandrino ci ha dato quest’opportunità.

Paola mi racconta che hanno fatto quasi tutto da soli, e quasi tutto a mano…La loro proprietà era una cascina isolata ed abbandonata con 9 ettari di terreno fra bosco, vigneti, frutteti ed incolti ..

Hanno iniziato con il recintare 3 ettari di bosco piantando a mano i paletti e lavorando il terreno quanto bastava per creare lo spazio per i maiali che poi, col tempo avrebbero creato il loro naturale ecosistema.

Paola ed Alberto hanno scelto di allevare i maiali di razza “cinta senese”, una quarantina circa, per recuperare quell’antica razza di maiali rustica un po’ tralasciata nel tempo. I maiali, come previsto, lasciati liberi, hanno ristabilito l’antico equilibrio fra bosco, frutteti spontanei, prati ed incolto.

Per non entrare in competizione con i vigneti e gli alberi da frutta che volevano continuare a curare, i nostri amici hanno dedicato due ettari alle galline livornesi ovaiole e ai polli biondi piemontesi.

Hanno disseminato l’area di capannine di legno fatte rigorosamente a mano all’interno di vaste zone adibite al pascolo. Attualmente posseggono circa 200 galline e cicli di 300 polli.

Nel loro lavoro puntano molto, oltre alla qualità dell’allevamento e quindi del prodotto finale, anche al benessere degli animali. La vita dei loro animali deve essere naturale il più possibile, ed anche la macellazione viene realizzata all’interno dell’azienda con una serie di accorgimenti atti a ridurre al minimo lo stress.

Nel realizzare la loro impresa, nel 2004 Paola e Alberto si sono ispirati ad un testo di due agronomi degli anni ’50 in cui il modello agricolo era quello americano intensivo. Eppure questi studiosi illuminati, nella loro prefazione, esaltavano l’importanza del ruolo della donna nella famiglia contadina così come la loro produzione di uova e di prodotti di  “bassa corte” che permetteva all’economia familiare di avere continuità durante tutto l’anno e di reggere anche nei difficili periodi con avverse condizioni atmosferiche…

Questo testo colpisce molto Paola che, illuminata da questi considerazioni semplici ma importanti, si riconosce nella figura della vera imprenditrice, che, con la sua produzione di uova e di polli avrebbe potuto assecondare il suo spirito libero e gettare al contempo le basi dell’economia familiare! Come i vecchi tempi ma con spirito nuovo e soprattutto con il prezioso aiuto di Alberto!

Chiedo a Paola se sia soddisfatta di questo “nuovo lavoro” e della scelta fatta…

Direi proprio di si, le mie figlie vivono bene in quest’ambiente, sono felici (Paola e Alberto hanno due ragazze in gamba che danno una mano fondamentale in azienda e sono decisamente indipendenti per la loro età) e noi finalmente ci sentiamo appagati dai riscontri positivi che riceviamo dai clienti e dagli amici.

Il valore che Paola ed Alberto danno al “prodotto raccontato”, il loro entusiasmo nello spiegare i processi aziendali e le scelte di vita ad essi sottesi rappresentano il valore aggiunto dei Contadini Resistenti!

Grazie ragazzi, lavorare con voi al Mercato in Bellezza è un vero piacere e i vostri prodotti sono davvero buoni , sani e di qualità.

 

 

 

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...